Le 3 corde – Na!?

13394161_1330736970288045_501341170506436680_n

Le 3 corde sono un gruppo di Taranto formato da Giù Di Meo: voce, chitarra acustica, armonica e fischi, Alessandro Martina: basso elettrico e Maurizio Casciabanca: batteria. Le tre corde oltre a rappresentare loro stessi rappresentano tre elementi importanti per l’arte: la musica, la poesia e il teatro che loro cercano sempre di riunire in ogni loro performance.

A mio parere le tre corde potrebbero anche rappresentare la mente, il corpo e l’anima importanti e fondamentali per fare buona musica, ma andiamo avanti.  Il nome è tratto, infine, da un passo di una commedia di Luigi Pirandello (Il berretto a sonagli), interpretata da Eduardo De Filippo:
“…abbiamo in mezzo alla fronte come tre corde di orologio.. la seria, la civile e la pazza…”.

Formano il gruppo nel 2008, nel 2011 pubblicano il loro primo demo e nel 2016 arriva il loro primo lavoro discografico intitolato Na!? che è una tipica espressione tarantina che indica stupore. Quindi il titolo è un chiaro invito a stupirsi di ogni cosa. A guardare la vita per quello che è, a non farsi passare tutto sopra ma a farsi domande, ad arrabbiarsi per le ingiustizie, a lottare per il proprio futuro e per il proprio bene. Avendo anche la forza di dire No, di opporsi a quello che non va bene e di attuare, come la chiamano loro, una rivoluzione gentile fatta di intelligenza, di cultura e di non violenza. Bellissimo!

L’album è formato da otto tracce, esce per la New Model Label e il genere musicale è quello della canzone d’autore italiana più moderna con aperture anche verso il pop.

Io aggiungerei musica popolare moderna, bella e piena di significato soprattutto nei testi dove si parla di lavoro odierno che non è sempre ripagato per il suo vero valore. Degli eroi morti durante la guerra della modernità ma che ancora oggi guidano le menti dei più giovani. Dell’Italia un pò invecchiata e un pò ingiallita che la politica l’ha sporcata. Del mondo interno di chi non sa esprimere il suo dolore. Del bene verso i propri figli a cui si deve regalare un futuro senza ignoranza e soprattutto il dono della scelta e la libertà di ragionare. E delle tre corde per un futuro migliore affinché torni la giustizia.

Insomma un primo lavoro bello musicalmente, pieno di significato e molto profondo. Testi poi che si avvicinano alla poesia, comprensibili e bellissimi anche senza musica.

Quindi vi invito ad ascoltare questo gruppo e a meditare su ogni parola che cantano!

https://www.facebook.com/le3cordeofficial/info/?entry_point=page_nav_about_item&tab=page_info

www.soundcloud.com/le3corde

http://newmodellabel.com/

https://www.facebook.com/Visioni-Sonore-241059259256613/?pnref=lhc

A cura di Ida Diana Marinelli

I commenti sono chiusi